Stigmate

Pubblicato il 08 Feb 2013 in Horror

StigmateFrankie Page è una parrucchiera di Pittsburgh, lontanissima da qualsivoglia preoccupazione spirituale, che si vede sconvolgere la vita a causa di un regalo: un rosario brasiliano appartenente a Padre Alameida, sacerdote morto da poco e venerato come un santo. Dal momento in cui riceve il dono, per mano della propria madre di ritorno da un viaggio turistico in Brasile, Frankie riceve anche le stigmate e la capacità di esprimersi e scrivere in aramaico corretto. Il Vaticano, giunto a conoscenza del caso, manda ad indagare il gesuita Andrew Kiernam, ma tra il prete e la donna si fa strada un altro mistero: l’amore.
Horror soft, Stigmate , firmato da Rupert Wainwright, si appoggia alla tesi per cui la chiesa cattolica avrebbe nascosto ai fedeli, nel corso dei secoli, l’esistenza di un “Vangelo di Gesù” e poi del “Vangelo di Tommaso”, testi gnostici considerati molto più aderenti al messaggio di Cristo rispetto ai quattro vangeli canonici.
L’operazione – che poi verrà ripresa, tra gli altri, dal Codice Da Vinci – si spinge a disegnare un Vaticano disposto a tutto, persino ad uccidere, pur di seppellire verità che minaccerebbero i suoi privilegi, ma la materia è di chiara matrice new age e, se funziona entro i confini del thriller, bisognoso di un cardinale cattivo come Houseman (Jonathan Pryce), lascia perplessi storici e biblisti.
A colpire duro il film, però, è soprattutto il suo autore, che viene dal mondo della pubblicità e della musica e gira Stigmate come se fosse un videoclip, privandolo di ogni pathos; dopo di che, non contento, rifà L’esorcista, in un impeto d’emulazione fuori luogo.
Patricia Arquette, da sola, regge il film, impedendogli di cadere in ginocchio…

 

 

 

 

Versione: HDTVRip – Qualità V:10 – A:10
Streaming:

VK
NowVideo: Parte1Parte2

Download:
LikeUpload: Parte1Parte2