Roma, l’altra faccia della violenza

Pubblicato il 10 Mag 2013 in Film Streaming & Poliziesco

Roma_laltra_faccia_della_violenza_1976Quattro banditi rapinano una villa in Via del Casaletto. La cameriera chiama subito la polizia e il commissario Ferreri avverte subito il commissario Carli, che ordina alle pattuglie di inseguire i quattro, che riescono però a fuggire.
Nel frattempo l’ingegnere Alessi è in macchina con la figlia Carol, mentre le regala un bracialetto d’oro in quanto è il giorno del suo compleanno. Alessi, oltre ad esser vedovo, ha anche un altro figlio, Giorgio, che odia il padre in quanto si sente oppresso da quest’ultimo. Lo stesso giorno Carol si reca ad una festa nella villa della famiglia Lodovici, per il fidanzamento della figlia Maria Grazia. Alla festa si presentano anche quattro banditi, che uccidono la ragazza in quanto aveva cercato di nascondere l’orologio che il padre le aveva appena regalato. Sulla scena del delitto si presenta Carli, che viene presto raggiunto da Alessi, sconvolto, ed inutili sono i tentativi del commissario di consolarlo.
Qualche giorno dopo, Nardi, un fioraio di strada, si presenta in questura dicendo di aver visto i banditi fuggire e di essere in grado di riconoscerli, rilasciando un identikit alla polizia. Carli e Ferreri, dopo aver ascoltato Nardi, collegano lo spiacevole episodio con la rapina iniziale del film. Durante la notte arrestano alcuni pregiudicati e li portano in questura. Nardi viene convocato per il riconoscimeno, ma una volta arrivato dice di non essere più sicuro di riconoscere i banditi e che non vuole rischiare di mandare in galera un innocente. Carli tenta inutilmente di farsi dire chi lo ha minacciato, ma il fioraio nega di aver subito minacce. Nel frattempo Alessi decide di indagare per proprio conto e si reca da Nardi, che si comporta esattamente come dalla polizia. Carli nel frattempo continua inutilmente ad arrestare pregiudicati, e ciò provoca scompiglio nella malavita romana. Nardi nel frattempo si è aperto un negozio ed Alessi ci si reca, capendo che il fioraio non è stato minacciato, ma bensì pagato. Nardi, con tono offeso, mostra il contratto all’ingegnere, facendogli notare come la data della firma sia 1 luglio 1975, quindi di un anno prima. Alessi nota però che la marca da bollo è del 1976, quindi il contratto è fasullo. Comincia a picchiare il fioraio, che continua a mostrare la sua reticenza. Dopo l’intervento di alcuni cittadini l’ingegnere decide di lasciare perdere.

Versione: DVDRip – Qualità: A:10 – V:10

Streaming:
Nowvideo

Download:
Nowdownload
Rapidgator: 1° Tempo – 2° Tempo
Uploaded: 1° Tempo – 2° Tempo