Resurrection Mary

Pubblicato il 21 Apr 2012 in Thriller

Una ragazza passeggia di notte su una strada buia e l’automobile di Jeff quasi la investe. Per scusarsi il ragazzo le offre un passaggio. Lei, Mary, accetta e si fa lasciare nei pressi del cimitero Resurrection. I due si piacciono, si rivedono (sempre sulla stessa strada) e vanno insieme al ballo della scuola. Qualcosa, però, non torna. Uno dopo l’altro gli amici di Jeff muoiono e lui è il sospettato principale. Nel frattempo, scopre che Mary è un fantasma le cui ultime apparizioni sembrano collegate agli omicidi. Sarà proprio lei, però, a sottrarlo alla polizia per costringerlo ad una “resa dei conti” finale.
Un’idea valida che s’infiacchisce via via fino a una conclusione ridanciana. Questo è, in sintesi, l’andamento del film, miscuglio d’amori adolescenziali ed elementi paranormali. Il punto di forza è una storia che ha corrispondenze nella realtà. Resurrection Mary è, infatti, lo spettro più avvistato dal 1930 ad oggi a Chicago e dintorni.
La leggenda, asse portante del film, rende la prima mezzora coinvolgente; peccato che col passare dei minuti intreccio e dialoghi convergano ad un nulla sostanziale, vanificando ciò che di buono era stato girato.
Il cast offre una prova cimiteriale: gli interpreti sono giovani e mancano d’espressività. Non solo, anche d’entusiasmo e di convinzione. Da segnalare, come unici elementi originali, le inquadrature, che diventano disegni di grafic novel nel passaggio da una scena all’altra, e un’accattivante voce fuori campo.
Probabile che al film tocchi la stessa sorte di Mary: dissolversi senza lasciar nulla dietro di sé…

 

Versione: DvdRip – Qualità V:9.6 – A:10
Streaming:

NowVideo
PutLocker

Download:
NowDownload

  • antonio parodi

    è in lingua inglese