Prima della rivoluzione

Pubblicato il 04 Lug 2013 in Drammatico

Prima_della_rivoluzione_1964Storia di un amore impossibile: il ventenne Fabrizio, figlio di un’agiata famiglia di Parma, ama, riamato, Gina, giovane e nevrotica sorella di sua madre, ma non ha il coraggio (la maturità) di andare fino in fondo e si adatta a un matrimonio di convenienza, rinunciando anche all’impegno politico di iscritto al PCI: “Per gente come me è sempre prima della rivoluzione”. Esiste nel film la materia di un romanzo che coniuga passione con ideologia, materia che il 23enne Bertolucci, dopo l’esordio in La comare secca (1962), dispone in blocchi lirici puntando a esprimere la vibrazione poetica degli avvenimenti più che a rappresentare gli avvenimenti stessi. È un film profondamente musicale sia in senso figurato come musica interna alle immagini sia in senso concreto come uso della musica (Ennio Morricone), dalle canzoni di Gino Paoli al Macbeth di Verdi. Si aggiungano gli atout della vibrante interpretazione di A. Asti e del bianconero di Aldo Scavarda che esalta i paesaggi di Parma e dei dintorni. Uno dei due o tre migliori esempi del giovane cinema italiano negli anni ’60. Restaurato dalla Cineteca di Bologna per Ripley’s Film. Fonte

 

 

 

Versione: DVDRip – Qualità: A.10 – V.10