Memento

Pubblicato il 16 Dic 2013 in Thriller
Trailer

imm (4)Memento è l’imperativo del verbo difettivo latino “memini, isse” e può essere tradotto con “ricordati”, che è la parola chiave del secondo lungometraggio di Christopher Nolan. Intorno a questo principio ruota infatti l’intera vicenda, non raccontata in modo lineare, ma attraverso un apparente caos che incarna il punto di vista del personaggio principale, Leonard Shelby, affetto da una particolare forma di amnesia, che lascia intatti i vecchi ricordi ma comporta la perdita della memoria breve. Attraverso un’affannosa ricerca compiuta per mezzo dell’azione e della scrittura, che serve a registrare ciò di cui la percezione non può farsi sicuro garante, il detective Shelby cerca l’assassino della moglie, l’ultimo ricordo che “non riesce a ricordare di dimenticare”, in una labirintica realtà continuamente riazzerata e in cui non si può mai pronunciare l’ultima parola.
Dopo l’ambizioso esordio con Following, Nolan torna a lambiccare lo spettatore con una nuova sfida intellettuale, riscoprendo l’arcano potere della scrittura e rimettendo in discussione il tradizionale linguaggio cinematografico. La poetica del regista-letterato risiede in una scena apparentemente marginale, in cui Leonard parla con la moglie, che rilegge un libro che già conosce. All’obiezione di lui per il quale l’interesse della lettura consisterebbe nel sapere ciò che viene dopo, la donna oppone il suo punto di vista, facendosi portavoce del leitmotiv dell’intero film, che può apparire proprio come un libro sfogliato a caso, o comunque non nell’ordine di numerazione delle pagine. In effetti il trucco del luciferino Nolan trascende i limiti del pur elaborato script e risiede nel cuore stesso del cinema: il montaggio.
Decostruendo e ricostruendo la linearità della fabula, reinventa un inquietante mosaico di ambiguità ed incertezze, con una sintassi intricata e scandita dalla martellante punteggiatura delle dissolvenze, che catapulta continuamente lo spettatore in un rompicapo difficile da districare. Il punto debole di questo cerebrale edificio è però nella sua stessa logica di destrutturazione, che suggerisce in anticipo la soluzione dell’enigma e presenta un finale (?) discutibile, proprio per la sua inautenticità di scena conclusiva. L’originalità del prodotto è da ricercarsi piuttosto nella particolare struttura compositiva, che rivoluziona il più scontato modo di fare cinema, suggerendo soluzioni inedite e tuttora insondate.
Non è superfluo aggiungere che lo stesso Nolan ha “ricordato” Memento nel più ambizioso e maturo Inception, in cui un non meno tormentato Dom Cobb ricalca un iter non dissimile da quello del suo predecessore Leonard Shelby. Fonte Trama

Versione: DVDRip – Qualità: A.10

Streaming:
Nowvideo: Parte 1Parte 2
Putlocker: Parte 1Parte 2
RapidVideo
Vk

Download:
Nowdownload: Parte 1Parte 2
Rapidgator: Parte 1Parte 2

  • Nick Carter

    Capolavoro!… Di per sè la trama non sarebbe così eccezzionale, ma se la guardate dal punto di vista del personaggio tutto cambia. Infatti la genialità del regista è quella di farci vedere tutta la storia come se avesimo anche noi lo stesso problema. Il disorientamento che si ha all’inizio del film a poco, a poco, scomparirà nel seguire la trama e lo scioglimento dei vari nodi che inevitabilmente si ha nel guardare dall’inizio il film, scompariranno sino a giungere al risultato dell’enigma. Mi raccomando guardatelo fino alla fine poiché se non lo fate potrebbe suscitarvi dei falsi giudizi e vi perdereste un grandissimo film. Buona visione.