Il silenzio degli innocenti

Pubblicato il 07 Gen 1991 in Thriller
Filmato SD
Trailer

Un serial killer soprannominato Buffalo Bill (Ted Levine) semina morti a ripetizione. Jack Crawford (Scott Glenn), agente dell’FBI, pensa che per prenderlo sia necessario ricorrere alla consulenza di Hannibal Lecter, un serial killer cannibale rinchiuso in isolamento in un manicomio criminale (Anthony Hopkins). Crawford incarica la neoagente Clarice Sterling (Jodie Foster) di incontrare Lecter e invitarlo a collaborare. Clarice va a trovarlo in carcere e tra lei e il cannibale si sviluppa una strana relazione cui non è estranea una complessa ammirazione reciproca. Dopo che la sua precedente apparizione in #Vedi#Manhunter – Frammenti di un omicidio era passata pressoché inosservata, in questo secondo tentativo il personaggio del geniale serial killer cannibale Hannibal Lecter fa il botto, diventando di colpo uno dei “mostri” più popolari del cinema e contribuendo all’ambigua “eroificazione” dell’omicida seriale che ha caratterizzato parecchio cinema “psicopatico” successivo. Merito di Demme, che ha cucito attorno alla sottile e istrionica interpretazione di Anthony Hopkins un thriller orrorifico di rara precisione ed eleganza stilistica e anche naturalmente efficace nella creazione della suspense con parecchie sequenze costruite con superba maestria tattica. Ottimo anche l’apporto di Jodie Foster nel ruolo della tormentata agente che stabilisce un rapporto preferenziale con Hannibal che qui, diversamente da Manhunter, è protagonista assoluto. Visualmente, Demme riesce a conferire toni da romanzo gotico – con la strana e oscura segreta dove è rinchiuso Hannibal – a un thriller urbano che avrebbe potuto essere banale in altre mani. Vincitore di cinque Oscar: Hopkins, Foster, Demme, miglior film e migliore sceneggiatura non originale. Fonte Trama

Versione: DVDRip – Qualità: A.10 – V.10
Streaming:
Firedrive
Nowvideo
Speedvideo

Download:
Ddlstorage
Nowdownload
Rapidgator

  • Alvarorey

    Capolavoro insuperato e unico del genere thriller. Bravissima Jodie Foster, impareggiabile Anthony Hopkins, uno dei migliori attori in circolazione, pietra miliare tipo Marlon Brando nel Padrino, superba la regia.
    Già visto molte volte e mai stanco di rivederlo. Forse questo è uno dei rari casi in cui il film supera il libro.