The Witch [HD] (2015)

Guarda ora

6.8

IMDb - Basato su 53,122 voti

Data di pubblicazione
09 Lug 2016
Genere
Anno di uscita
Durata
92 min
Lingua originale
English
Paese di produzione
USA, UK, Canada, Brazil
Attori
Trama
New England, XVII secolo. William e Katherine conducono una devota vita cristiana insieme ai loro cinque figli in una zona ai margini dell'impraticabile deserto. Quando il loro figlio neonato svanisce e il raccolto va a male, la famiglia comincia a disintegrarsi e tutti finiscono con il darsi addosso a vicenda. Il vero pericolo però è il male sovrannaturale che si nasconde nel vicino bosco. Fonte Trama
Filmato SD
Trailer

 

 

Versione Audio/Video: AC3.BDRip | Voti: Audio 9 – Video 9
Streaming:
FlashX
Backin
VideoMega
Nowvideo
Speedvideo
Openload
Wstream

Streaming:
Speedvideo
WStream
Openload

Download:
Backin
Rapidgator
Datafile
Nitroflare (Parte 1Parte 2)
Nowdownload (Parte 1Parte 2)
Openload (Parte 1Parte 2)

  • marcoferro

    un bel film, mi è piaciuto. ottimi i costumi e belle le atmosfere. entrando nel merito ecco cosa può combinare l’ignoranza mista alla superstizione, aggiungiamoci la luce delle candele in quelle notti buie e fredde ed otteniamo le streghe, il diavolo, la magia etc….

  • Federico Bianchi

    Davvero orrendo! Noioso e’ dire poco

  • StreamManiac89

    …erano ANNI che non passavo 2 notti in bianco per un film horror(io “divoro” almeno 2 o 3 film horror, nell’arco di in 24 ore se ci riesco, prima di dormire e parlo di roba pesante), ed è questo che cerco in un film horror: la suspence nata dal folklore spesso viene distrutta da una pessima regia, eppure questo film, per chi ama le atmosfere, si rivela una piccola perla, sia per gli attori, ma anche per le immagini della foresta(il terrore per l’ignoto), le streghe e il diavolo(Il Terrore NELL’ignoto), e la stupidità e la vigliaccheria di certe persone(le vittime)…alla fine vince il Male, come in ogni Storia dell’Orrore, degna di questo titolo…
    …a chi non è piaciuto non dico nulla, perchè ognuno ha i suoi gusti, e la paura come la bellezza è soggettiva e non relativa, insomma ognuno ha gusti diversi dagli altri e se si è d’accordo su una cosa non vuol dire che si è d’accordo su di un’altra…